Orientamento 3° media - Come funziona

Premessa

Premessa

Il periodo che va dai 12 ai 14 anni rappresenta un momento cruciale nello sviluppo dell’individuo che si trova a dover affrontare una serie di compiti evolutivi propri dell’adolescenza e del primo passaggio all’età adulta.
Uno di questi, fondamentale, anche per i risvolti successivi, é la scelta di un percorso formativo, scelta che, a volte é accompagnata da confusione, ansia, da una difficoltà ad attivarsi in maniera efficace e produttiva, anche da parte delle figure di riferimento del giovane(famiglia e scuola).
Il rischio così è di una scelta che, col tempo si può rivelare fallimentare, come succede a scuola dove, una grossa fetta della dispersione scolastica, degli insuccessi e degli abbandoni è dovuta proprio ad una scelta errata.
L’orientamento è un percorso finalizzato a sostenere il ragazzo e le sue figure di riferimento nella scelta dell’indirizzo scolastico più adeguato, nel superamento del disagio psicologico legato al passaggio da un ciclo di studi ad un altro, nella valorizzazione e nello sviluppo delle risorse e potenzialità individuali, nella miglior conoscenza dell’ambiente sociale e culturale in cui il soggetto è inserito e infine nello sviluppo della capacità di progettazione e di presa di decisioni circa il proprio futuro.
In un progetto di orientamento l’obiettivo generale non è quello di far fare una scelta al ragazzo, ma di fargliela fare nella maniera più corretta e consapevole possibile.
E’ un intervento quindi di empowerment, di emancipazione della persona, teso ad accrescere le sue capacità di esercitare un controllo attivo sulla propria vita, rendendolo più protagonista della propria esperienza. Si tratta di rafforzare il giovane in termini di competenze, motivazioni, atteggiamenti, e di arricchirlo di strumenti utili per affrontare i passaggi critici quali la scelta del proprio futuro scolastico.
Al fine di rispondere alle esigenze del ragazzo, ma anche delle sue figure di riferimento, scuola e famiglia, il progetto prevede uno spazio specifico per entrambi.
In specifico il progetto si propone di affiancarsi al lavoro che viene già svolto dagli insegnanti su questa tematica, in un approccio di reciproca collaborazione e scambio di competenze creando uno spazio apposito di consulenza.
Ma uno spazio similare viene proposto anche ai genitori al fine di affrontare con serenità una scelta che coinvolge anche loro anche se in maniera indiretta.

Finalità e Obiettivi

Finalità

  • Promuovere l’autostima dei ragazzi, attraverso una maggior conoscenza di sè stessi;
  • Promuovere la capacità di vivere in maniera attiva, responsabile e consapevole le scelte;
  • Promuovere una maggior conoscenza dell’ambiente circostante e dei fattori (affettivi, cognitivi e sociali), che intervengono nel processo di scelta;
  • Aiutare il ragazzo ad elaborare un progetto individualizzato per il proprio futuro;
  • Promuovere la qualità della scuola e la sua capacità di risposta di fronte a tematiche specifiche collaborando con gli insegnanti e sostenendoli nel percorso di indirizzo dei loro allievi;
  • Favorire il dialogo genitori-scuola e la condividione di un progetto che è quello dell'alunno.

Obiettivi specifici

  • Aumentare la conoscenza di sé, delle proprie risorse individuali, attitudini, preferenze;
  • Aumentare la conoscenza del territorio e delle capacità di analisi tra aspettative e risorse, per sviluppare delle aspettative più realistiche;
  • Aumentare la conoscenza dei fattori coinvolti nel processo di scelta per sviluppare la capacità di utilizzare strategie più efficaci;
  • Sostenere il ragazzo che vive la scelta come un momento altamente confusivo, difficile, promuovendo la sua autostima;
  • Fornire conoscenze oggettive sulle competenze, attitudini, interessi e valori che ogni alunno ha in modo da costruire un progetto di vita il più realistico possibile.

A chi è rivolto? Modalità di attivazione

A chi è rivolto?

Il progetto è rivolto ai ragazzi, agli insegnanti e ai genitori della scuola secondaria di I°.

Modalità di attivazione

Per delineare al meglio l’intervento sono previsti:

  • Preparazione di una locandina illustrativa;
  • Presentazione del progetto alle insegnanti e alle famiglie coinvolte.

Struttura dell'intervento

Struttura dell'intervento

L’intervento si caratterizza per avere una struttura estremamente flessibile, in modo da poter rispondere con la massima efficienza alle diverse necessità o bisogni che una scuola può manifestare.
Primo passo dell’intervento rimane comunque la condivisione degli obiettivi e la progettazione comune con le insegnanti e la dirigenza scolastica.
Nella sua struttura più completa, il progetto si delinea lungo gli ultimi due anni della scuola secondaria di primo grado e prevede l’utilizzo di metodologie differenziate per i due anni.
Nelle classi seconde si prevedono degli incontri con il gruppo classe per lavorare su aspirazioni, competenze e sul processo della scelta.
Il lavoro con le classi 3° si divide in :
un primo momento di 3 incontri nei quali vengono somministrati ai ragazzi dei tests e dei questionari al fine di costruire un profilo individuale di interessi e competenze (Questo profilo verrà consegnato agli insegnanti, al ragazzo e alla famiglia);
un secondo momento di consulenza individuale rivolto sia agli allievi che ai genitori e agli insegnanti, attraverso uno sportello, per le situazioni di difficoltà.
Alla fine dell’intervento è previsto un colloquio di restituzione ai referenti del progetto sugli esiti dell’intervento.

CONTATTACI

TOP